top of page

Gabriele Poli

WhatsApp Image 2024-02-14 at 23.41.15.jpeg
WhatsApp Image 2024-02-14 at 23.41.15 (1).jpeg

BIO/STATEMENT

Gabriele Poli si chiede continuamente il ruolo che l’umanità ha nell’ordine delle cose, del cosmo e dell’universo. Conseguentemente l’intera ricerca ruota attorno a questi elementi dove Gabriele Poli instaura un dialogo fittizio con le future generazioni riguardo tematiche urgenti. Questo elemento del catastrofico, estratto dalla letteratura e filmografia di carattere fantascientifico e distopico, assume un ruolo importante nel suo lavoro: così l’attenzione all’ambiente, la “guerra alla natura” dell’uomo che sfocia nei cambiamenti climatici, che noi ma in primis i prossimi affronteranno. Elementi stampati in 3d raccontano il divario sempre più sottile tra il naturale e l’innaturale, l’artificioso, come la manipolazione dei caratteri umani in favore di nuovi umani-inumani. Un paesaggio infinito di cadaveri, una stanza dorata che in realtà è una prigione, un cammino temibile ma fallimentare, bambini trafitti. Gabriele Poli si esprime attraverso numerosi media, video, sculture, modellazione 3d, installazioni. Sta scrivendo la tesi di laurea magistrale sull’influenza della filmografia fantascientifica distopica in relazione con tematiche odierne, tecnologia, clonazione e il desiderio dell'immortalità dell'uomo.

 

Gabriele Poli nasce nel 1999 a Brescia, dove vive e lavora.
Studia all’accademia di belle arti LABA per approfondire la sua conoscenza dell’arte contemporanea.
Nei primi anni di accademia approfondisce il linguaggio futurista e cubista, per poi abbandonarlo e specializzarsi in lavori più concettuali.
È nel 2019 che metamorfizza il tema della luce in un dialogo sulla vita e sulla morte, portandolo a creare lavori che riflettono il rapporto che l’uomo, inteso come luce, ha con l’infinito. Inizia a partecipare a mostre collettive a Brescia, e dopo la prima tesi di laurea, “L’UOVO COSMICO - Mitema e Simbolo nella storia” con cui si laurea nel 2022, inizia a sviluppare la figura del feto, contrapponendolo alla natura e all’evoluzione tecnologica odierna. Gli ultimi lavori riflettono una continua ricerca sull'urgente rapporto tra umanità, natura e artificiale.
Dal 2023 collabora attivamente con la galleria d’Arte Alba Area Gallery di Roberto Dolzanelli, promuovendo mostre di artisti e partecipando a fiere d’arte a Brescia.
Si laurea a febbraio 2024 in Pittura, con una ricerca sull’influenza della filmografia distopica con gli odierni e futuri avvenimenti tecnologici e genetici.

 

ESPOSIZIONI

ARTEIMPRESA IX, esibizione collettiva presso città alta, Bergamo, promossa da LABA e LIONS BERGAMO. 2024

 

THE GREAT KICK, esibizione collettiva presso Villa Calini, Castegnato (BS), sponsorizzata da Confapi. 2023

OVUNQUE, LABIRINTI, esibizione collettiva presso Bunkervik, il rifugio delle idee,  organizzata dall'Accademia di belle arti LABA. 2023

CONTEMPORANEA-MENTE, esibizione collettiva presso Artspace Gallery a
Brescia. 2023

PARAS-CITY, bi-personale, curata da Franco Migliaccio presso Alba Area Gallery. Il tema principale era l'urgenza del cambiamento climatico. 2023

 

ORIGINI, esibizione collettiva curata da Dino Santina presso Sala C'entro, Brescia. 2022

MAZZANO ARTE IV esibizione collettiva presso Mazzano. 2022

RESTART esibizione collettiva presso sala Don Recaldini, Buffalora, (BS). 2022

VALLEY INK, esibizione collettiva presso Valley Ink, Agnosine, BS. 2021

THE DREAMERS OF BRIXIA, prima esibizione collettiva presso Palazzo Facchi a Brescia. 2021

Sei un artista? Contattaci!

Grazie per averci contattato!

bottom of page